Compravendite in calo e la Fiaip protesta

Le cause del calo del numero delle compravendite immobiliari sono molteplici, e finora sono state analizzate solo nel breve periodo.

Un’analisi che guarda invece al medio lungo periodo dimostrerebbe che invece il mercato immobiliare offre molte opportunità che andrebbero colte, sia dagli investitori che dalle famiglie. Le ricerche che invece mostrano solo dati parziali contribuiscono invece a creare un clima di sfiducia attorno ad un mercato, quello dell’immobiliare, che rappresenta il 20% del Pil italiano.

Paolo Righi, presidente nazionale delle Fiaip (Federazione italiana degli agenti immobiliari professionali), si rivolge al Governo chiedendo allora di incentivare e favorire l’investimento e la locazione, per far ripartire il comparto immobiliare e l’intera crescita economica del Paese. ”La Spagna, per esempio – aggiunge Righi- ha liberalizzato il mercato dell’affitto e auspichiamo che anche il nostro Governo possa agire in questo senso, liberandosi finalmente da tutti i condizionamenti ideologici che da sempre hanno ingessato questo mercato”.