Voglia di ristrutturare casa? Conviene!

Il Decreto Sviluppo (Dl 22 giugno 2012 n.83) prevede una maggiore incentivazione per le ristrutturazioni degli edifici. Grazie alla detrazione Irpef, che passa dal 36% al 50%, fino al 30 giugno 2013 ristrutturare casa conviene e costa meno: l’importo massimo detraibile per ogni unità abitativa infatti sale da 48.000 a 96.000 euro.

Il beneficio fiscale è ammesso per la riqualificazione energetica, l’isolamento termico degli edifici o parti di essi per superfici verticali e orizzontali, l’isolamento termico tramite sostituzione di infissi, finestre e lucernari, l’installazione di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda, e la sostituzione di climatizzazione invernale.

Per beneficiare della detrazione Irpef al 50%, le spese di ristrutturazione devono essere pagate all’impresa edilizia con bonifico bancario tracciabile in cui devono essere indicati la causale del versamento, il codice fiscale del destinatario della detrazione, il numero della partita IVA o il codice fiscale del beneficiario.

Per gli interventi finalizzati alla riqualificazione energetica, con particolare riferimento agli impianti di fonti rinnovabili, è stato previsto un prolungamento di sei mesi della detrazione Irpef del 55%, fino al 30 giugno 2013, invece del 31 dicembre definito precedentemente.

Possono usufruire dell’incentivo le persone fisiche che possiedono un immobile, acquistato entro il 31 dicembre 2012, a qualsiasi titolo (proprietari, affittuari, locatari, usufruttuari, soci di imprese, ecc.).